news

LO STRESS.. COME AFFRONTARLO: UN AIUTO DALLA NATURA

LO STRESS.. COME AFFRONTARLO: UN AIUTO DALLA NATURA

LO STRESS
Lo stress è diventato parte integrante della nostra vita quotidiana. Occorre distinguere tra lo stress positivo, che ci spinge a superare i nostri limiti e andare avanti, e lo stress negativo che a lungo termine, in assenza di azioni e reazioni adeguate, porta l'organismo all'esaurimento.
DEFINIZIONE
Lo stress è una reazione dell'organismo in risposta a cambiamenti ambientali, che possono essere di ordine esterno o interno, fisico ( come il freddo), fisiologico (di origine metabolica) o psicologico (forti emozioni). Traduce anche la forza dell'organismo, la capacità di generare risposte fisiologiche (meccanismi) per mantenere la stabilità dell'ambiente interiore.
Tra i meccanismi generati per rispondere allo stress, l'endocrinologo Hans Seyle sottolinea il ruolo dell' ipotalamo-ipofisi-surrene. Possiamo descrivere la reazione dell'organismo in tre fasi:
-reazione d'allarme (reazione rapida)
-resistenza (aumento della capacità di adattamento)
-stadio di esaurimento (perdita della capacità di adattamento in seguito a stress prolungato)
GLI AGENTI STRESSANTI
Come già accennato, gli agenti stressanti possono essere di natura assai diversa ma sono accumunati dalla capacità di interferire sulla nostra psiche, direttamente o indirettamente, alterando il nostro equilibrio ormonale, neurochimico e immunitario.
Possiamo dividerli nelle seguenti categorie
-agenti chimici (inquinanti endocrini)
-agenti biologici (agenti infettivi)
-agenti fisico-meccanici (inquinamento elettromagnetico, polveri sottili, freddo)
-fattori psichici (forti emozioni, paura e collera)
Un recente studio è riuscito a misurare oggettivamente l'effetto dell'inquinamento atmosferico sulla nostra salute psichica registrando l'aumento significativo del tasso di cortisolo, cortisone, adrenalina (o epinefrina) e noradrenalina, da mettere in relazione con la stimolazione dell'asse ipotalamo-ipofisi-surrene, segni evidenti di uno stato di stress.
L'emozioni hanno un ruolo importante nel mantenere l'organismo sotto lo stress. Delle emozioni troppo forti, come la paura e la collera possono turbare l'equilibrio dei neurotrasmettitori.
Se questi stati emotivi si prolungano, l'organismo li percepisce come messaggi di aggressione continua e risponde, a livello biochimico, secernendo continuativamente noradrenalina, cortisolo e mediatori chimici che rischiano di portarlo ad un esaurimento totale (burnout).
E' importante distinguere tra emozione, sentimento e affetto.
Mentre l'affetto riflette essenzialmente l'esperienza psichica dell'emozione, il sentimento traduce uno stato fisiologico legato a quest'ultimo. Precisiamo inoltre che la paura, l'ansia (paura senza un oggetto particolare) e la collera sono emozioni, mentre la fuga, la rabbia e l'aggressività sono comportamenti.
CONSEGUENZE
Uno stress troppo forte a lungo termine può quindi provocare:
-l'esaurimento delle ghiandole surrenali, incapaci di produrre il cortisolo quando necessario, accompagnato da una sintomatologia di spossatezza
-uno squilibrio degli ormoni sessuali, la cui regolazione dipende essenzialmente dal buon funzionamento dell'asse ipotalamo-ipofini.
-esso stesso soggetto all'influenza delle nostre emozioni, soprattutto attraverso il sistema limbico.
-uno stato di stress fuori controllo può portare alla depressione, sindrome caratterizzata da una alterazione del tasso di serotonina, neurotrasmettitore di nota importanza nella stabilità dell'umore.
-lo stress è un fattore non trascurabile di invecchiamento prematuro poichè riduce la plasticità neuronale. Uno stress prolungato può causare dei deficit di apprendimento e di memoria.

UN AIUTO DALLA NATURA CALMIGEM

AZIONE
L'obiettivo principale di Calmagem è fornire una risposta decisa allo stress intenso, sia agendo sulle cause interne sia aumentando la capacità di resistenza dell'organismo.
COMPOSIZIONE
Il complesso Calmigem contiene: gemme di fico e ribes nero, oli essenziali di lavanda vera, angelica e neroli
INDICAZIONI
Il complesso CALMIGEN:
-combatte lo stress intenso
-riduce il nervosismo, la forte ansia
-agisce contro i più diversi shock psicologici (emotivi)
Può essere dato anche ai bambini iperattivi e agli asmatici per ridurre la componente ansiosa dell'asma.
POSOLOGIE
-Adulti: 1-2 gocce 3 volte al giorno o una spruzzata in bocca al massimo 5 volte al giorno
-Bambini da 3 a 12 anni: 1 goccia al massimo 3 volte al giorno o una spruzzata in bocca